Altraidea-Cuneo.it periodico on line di informazione e di cultura

Confronto con la nuova società intereligiosa

di Corrado Calcagno Diacono

 Carissimi lettori,

è esperienza comune di tutti noi il cambiamento che si è sviluppato negli ultimi decenni nella nostra nazione e, più in generale, in tutti gli Stati europei: il fenomeno dell’immigrazione con tutte le sue conseguenze positive e negative.

Questo avvenimento, le cui diverse cause non stiamo qui ad analizzare, ha determinato la convivenza nelle nostre città e nei nostri paesi di persone molto diverse fra di loro, con culture e religioni differenti. Di fronte a questo innegabile evento, la reazione delle persone indigene (cioè noi italiani) è stata anch’essa diversa da individuo ad individuo; dall’accoglienza piena e fraterna, alla diffidenza, all’indifferenza, al permissivismo, all’ostracismo, fino ad arrivare anche al razzismo; per ognuno di questi atteggiamenti potrei fare degli esempi concreti.

L’incontro di persone così diverse fra di loro ha portato anche ad un confronto fra le religioni, che fino ad ieri era molto circoscritto e limitato a qualche convegno fra le maggiori guide religiose ed oggi, invece, è diventato un fatto non soltanto più esclusivo per gli esperti ed affrontato a livello dialogico, ma coinvolgente tutti nella quotidianità della vita concreta.

Secondo il mio modesto parere è questa un’occasione speciale per noi cristiani, per interrogarci sulla fondatezza e la veracità della nostra fede, sul valore che ad essa diamo nella nostra vita e sulla conformità della nostra vita a quella di Cristo. Non solo, ma il confronto sincero con le altre religioni mette maggiormente in risalto la realtà intima di Dio che è Amore (I° Gv 4,8.16), che “non c’è amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici” (cfr. Gv 15,13) e che Lui stesso è il primo a metterlo in pratica: “Dioha tanto amato il mondo da dare il Suo Figlio unigenito perché chiunque crede in Lui non muoia, ma abbia la Vita eterna” (Gv 3,16); non c’è amore più grande, non c’è altro Dio all’infuori di Dio-Amore!

D’altra parte è anche possibilità per verificare la conoscenza della nostra fede e può diventare stimolo ad approfondire la comprensione del Vangelo ed a crescere nell’adesione alla vita donata, proposta da Gesù. Dal punto di vista pastorale, ad essere sinceri, non siamo preparati ad affrontare un dialogo interreligioso personale, a rendere ragione della nostra speranza (cfr. I° Pt 3,15), in quanto la catechesi viene proposta quasi esclusivamente per l’iniziazione cristiana e per la stragrande maggioranza dei cristiani non continua nelle successive età della vita; sarebbe opportuno quindi muoversi nella direzione di una catechesi per adulti e di incontri specifici con rappresentanti di altre religioni presenti nelle parrocchie, proprio in vista di uno scambio dialogico interreligioso; sarebbe utile anche invitare i nostri fratelli di altre religioni a collaborare con le varie realtà parrocchiali diverse dalla catechesi, quali ad esempio la Caritas, l’oratorio, ecc. Se, però, da una parte non siamo preparati al dialogo interreligioso, è pur vero che molti cristiani, mossi dallo Spirito Santo (cfr. At 13,4) ricevuto nei Sacramenti, vivono la carità ed in questo modo testimoniano la loro appartenenza e la loro fede in Cristo, Dio-Amore; questo, pur non essendo un dialogo verbale, è il più bel modo di far conoscere chi siamo ed in Chi crediamo. Grazie per la vostra attenzione. Il Signore vi benedica!

Partly Cloudy

11°C

Cuneo

Partly Cloudy

Humidity: 83%

Wind: 8.05 km/h

  • 21 Oct 2018

    Showers 19°C 8°C

  • 22 Oct 2018

    Showers 14°C 8°C

Mostly Sunny

17°C

Nizza

Mostly Sunny

Humidity: 56%

Wind: 9.66 km/h

  • 21 Oct 2018

    Sunny 21°C 16°C

  • 22 Oct 2018

    Scattered Showers 19°C 13°C