Altraidea-Cuneo.it periodico on line di informazione e di cultura

Grazia e Tatiana, la storia di una vita che si ama.

di Lorenzo Rosso

La scena che mi è capitata risiede ben chiara nella mia mente. Ero lì, seduto nella comoda poltrona dell’hotel e ad un certo punto sento una voce familiare, di quelle che riconosci all’istante.

La aspettavo da tempo, il sudore del pomeriggio di mezz’estate si faceva notare. Non potevo sbagliarmi, era proprio lui, Vecchioni. Occhi stanchi, maglietta sportiva e sigaro in bocca. Si è presentato così, un po’ scazzato come una qualsiasi persona del mondo dello spettacolo a contatto con giornalisti che gli possono fare le domande più assurde. La sua guardia, un tenerone con qualche chilo in più e due tatuaggi di troppo, lo ha fatto accomodare a fianco me per iniziare l’intervista.

Solitamente sono obiettivo nelle domande con qualsiasi tipo di persona, ma mi trovo in difficoltà quando di mezzo c’è qualcosa di più potente: le emozioni. 

Sì, emozioni. Soprattutto quando leggendo un libro mi ci ritrovo immerso.

Mi sono fatto raccontare di un episodio che vede come protagoniste due sue giovani amiche, Cinzia e Tatiana. Una bruna, pelle scura l’altra bionda, riflessi di luce; meravigliose, scatenate, incontenibili. Due amiche con il quale condivideva la gioia di vivere, il vino e le risate. Con Grazia e Tatiana non si pensava al sesso, il sesso lo si faceva con le altre; con loro era di più, era tornare bambini, era la casa nel bosco.

La mia domanda, forse banale, era riferita al dopo. Ovvero a quando questo rapporto si rovinò. Una sera, dopo un concerto a Rimini, Vecchioni le incontrò e una di loro chiese “chi ti vuoi portare a letto di noi due”. Domanda nient’altro che scontata visto il rapporto di Pura amicizia. Lui, come un animale con la preda, scelse Grazia. << Maledetto il momento in cui scelsi una delle due>> mi disse.

Per una pura soddisfazione corporale rovinò quanto di più bello ci può essere in un’amicizia. Grazia e Tatiana non le rivide più per vent’anni, fino a quando alla fine di un concerto si trovò davanti agli occhi una personalità familiare. Non reagiva, non si muoveva. La riconobbe, era Tatiana. Non si salutarono, solamente un bacio in bocca velato.

Lui chiese “scusa” a Tatiana, ma entrambi non capirono se quel “scusa” era riferito al bacio o alla notte di vent’anni fa con la sua amica.

<<Vedi, ancora adesso devo capirlo. La mia concezione di amicizia è tuttora Grazia e Tatiana. Due ragazze d’oro che mi vedevano per quello che sono: un uomo. Non Roberto Vecchioni quello che canta. Un semplice uomo che vive di sentimenti, pentimenti ed errori. Il fatto di averne scelta una da portare a letto è stato un grosso errore che ancora adesso pesa. Mi vien da dire: viva la vita che si ama>>.

 

Cloudy

8°C

Cuneo

Cloudy

Humidity: 82%

Wind: 4.83 km/h

  • 16 Nov 2018

    Scattered Showers 10°C 5°C

  • 17 Nov 2018

    Mostly Cloudy 5°C 1°C

Partly Cloudy

11°C

Nizza

Partly Cloudy

Humidity: 76%

Wind: 20.92 km/h

  • 16 Nov 2018

    Partly Cloudy 17°C 10°C

  • 17 Nov 2018

    Mostly Sunny 14°C 7°C