Altraidea-Cuneo.it periodico on line di informazione e di cultura

Algoritmi: code

 di Piero Giuseppe Goletto

 Nel campo degli algoritmi il termine “coda” ha lo stesso significato che si usa nella vita reale e, in alcuni casi, la stessa capacità di logorare i nervi delle persone. Le code (reali o informatiche) servono  a realizzare la politica del “primo arrivato, primo servito”.

Internet ha diffuso un sistema che classicamente usa la gestione delle code: la posta elettronica.

Vediamo quindi prima le code in astratto e poi come vengono utilizzate per la gestione delle email. La coda ha una testa rappresentata dall’ultimo elemento e una coda (il bisticcio di parole è inevitabile).

Un nuovo elemento viene accodato (cioè prende l’ultimo posto della fila); l’elemento estratto è sempre il primo della fila. Quindi: se viene servito l’elemento numero 15 e l’ultimo posto è il numero 56, il nuovo elemento prende il numero 57. Il primo elemento estratto sarà il numero 16.  Va notato un particolare: la coda viene gestita attraverso un indicatore che permette al programma di individuare qual è il numero dell’elemento da servire, un po’ come al banco del supermercato

Cosa succede nel caso della posta elettronica?

Se assumiamo per un attimo che tutti i problemi derivanti da virus e da posta spazzatura siano risolti a monte, un programma di posta elettronica gestisce una coda in ingresso (per ciascun utente questa coda è l’inbox, dove sono visualizzati i messaggi in ingresso) e una coda di uscita (per ciascun utente si tratta della posta in uscita; la posta inviata è memorizzata in ordine cronologico dentro l’archivio di posta di ciascun utente e pertanto non ce ne occuperemo qui.

Entrambe le code sono svuotate dal programma di gestione della posta elettronica con una cosiddetta “transazione a tempo”.

Cioè: il postino informatico raccoglie i messaggi in arrivo o i messaggi da inviare e trascorso un certo tempo (ad esempio: un minuto) provvede a distribuirli tra le caselle di posta di pertinenza oppure a instradarle al dominio di destinazione.

La “coda vuota” viene segnalata dall’applicazione per consentire di “regolare” i contatori; ben più grave è la situazione se gli elementi in arrivo superano la capacità della coda; quest’ultima situazione anomala va gestita e il modo migliore è avere una gestione la più efficiente possibile in modo che la coda sia sempre molto “corta”.

 

 

 

 

Sunny

7°C

Cuneo

Sunny

Humidity: 81%

Wind: 9.66 km/h

  • 23 Oct 2018

    Sunny 17°C 6°C

  • 24 Oct 2018

    Sunny 23°C 8°C

Sunny

15°C

Nizza

Sunny

Humidity: 50%

Wind: 14.48 km/h

  • 23 Oct 2018

    Sunny 21°C 13°C

  • 24 Oct 2018

    Sunny 23°C 15°C