Altraidea-Cuneo.it periodico on line di informazione e di cultura

Bilancio 2020-2022: priorità e prospettive

da Redazione

Nel corso della seduta di ieri la Giunta regionale ha approvato la Legge di stabilità della Regione per il triennio 2020-2022, il Bilancio di previsione 2020/2022, il Collegato e il Programma regionale dei lavori pubblici e dei servizi di architettura e ingegneria.

La redazione del bilancio 2020-2022 è stata guidata dal contenuto del Documento di Economia e Finanza regionale (DEFR), previsto dall’articolo 36 del D.lgs. n. 118/2011, proseguendo nel percorso di integrazione e raccordo tra i vari documenti di programmazione redatti dall’amministrazione.

Sempre in quest’ottica, per la prima volta sono stati approvati, contestualmente al Bilancio di previsione, il Programma regionale dei lavori pubblici e dei servizi di architettura e ingegneria per il triennio 2020/2022 e il relativo elenco annuale. L’integrazione dei due documenti di programmazione permette, così, di avviare sin dal 1° gennaio 2020 gli investimenti approvati.

Quanto ai dati, il bilancio regionale pareggia sull’importo complessivo di euro 1.506.839.286,77 per l’anno 2020, con entrate in crescita pari al 2,25 per cento, di euro 1.981.611.170,33 per l’anno 2021 e di euro 1.424.641.079,69 per l’anno 2022.

Nel triennio di bilancio, non è previsto alcun ricorso all’indebitamento, grazie ad una buona gestione complessiva ed operativa dell’Amministrazione, - dichiara l’Assessore regionale alle Finanze Renzo Testolin - . Gestione che ha consentito che una parte rilevante delle risorse correnti, potesse essere utilizzata per la copertura di investimenti per 110 milioni di euro per il 2020 e similmente per gli anni successivi.

Le risorse disponibili, al netto delle partite di giro e dell’accantonamento per il Contributo alla finanza pubblica della regione - che, a decorrere dal 2020 è determinato in 102.807.00,00 euro - sono pari a circa 1.300.000.000 euro.

Di tali risorse, la spesa corrente per l’anno 2020, al netto del contributo allo Stato, risulta pari a 1.041 milioni, mentre gli investimenti, per lo stesso anno, saranno di 252 milioni di euro in crescita rispetto all’anno precedente. L’incidenza percentuale della spesa corrente è pari all’80,5percento e degli investimenti è pari al 19,5 per cento.

Complessivamente nel triennio le spese di investimento, pari a circa 672 milioni, registrano utilizzi particolarmente importanti nelle seguenti missioni:

  • Trasporti e diritto alla mobilità: 109.706.174,92 euro, pari al 16,32 per cento del totale;
  • Tutela della salute: 81.678.795,65 euro, pari al 12,15 percento del totale;
  • Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell'ambiente: 71.474.460,85 euro, pari al 10,64 per cento del totale.

Tra gli stanziamenti per Assessorato risultano particolarmente significativi quelli destinati al Dipartimento salute, per un importo complessivo pari a circa 293 milioni di Euro, con trasferimenti all’azienda USL per l’erogazione dei livelli di assistenza che vedrà un incremento di circa 8 milioni rispetto all’annualità precedente mentre, al Dipartimento politiche sociali sono state assegnate risorse per circa 83 milioni.

Al Dipartimento trasporti sono stati attribuite risorse per 61 milioni di Euro, così come all’Assessorato all’Ambiente, fra il Dipartimento Ambiente ed il Dipartimento Risorse naturali e Corpo forestale, sono stati assegnati quasi 31 milioni di Euro.

Quasi 60 milioni di euro sono stati destinati, nel suo complesso, all’Assessorato Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali, 31 milioni al Dipartimento industria, artigianato e energia e quasi 160 milioni al Dipartimento Sovraintendenza agli Studi.

Infine, le risorse assegnate all’Assessorato alle Opere pubbliche, Territorio e Edilizia residenziale pubblica sono pari a circa 96 milioni di euro.

Fondamentali risultano poi le risorse regionali aggiuntive, pari a circa 20 milioni nel triennio, necessarie, da una parte, alla positiva chiusura della programmazione europea in corso e, dall’altra, all’avvio delle iniziative previste per il nuovo settennio 2021/2027.

Un’attenta programmazione ha indotto – spiega l’Assessore Testolin -, inoltre, a prevedere nel bilancio di previsione un fondo speciale che attraverso un nuovo strumento legislativo permetterà ai Comuni di finanziare interventi di manutenzione, di adeguamento, la messa a norma, la ristrutturazione e la realizzazione di opere minori di pubblica utilità. Tale fondo vede,  nel 2021 e nel 2022, l’allocazione di 5 milioni di Euro a favore degli enti locali.

Un ulteriore fondo speciale pari a 1.800.000 euro per l’anno 2020 e 100.000 a regime a decorrere dal 2021 è stato previsto per l’equiparazione dello stato giuridico e del trattamento economico e previdenziale del personale del Corpo Valdostano dei Vigili del Fuoco e del Corpo Forestale della Valle d’Aosta rispetto a quanto previsto in ambito nazionale.

Un peso rilevante nella Legge di stabilità è, poi, stato assegnato alla riorganizzazione del personale, con la previsione, fra l’altro, della possibilità di sostituire il personale cessato, al fine di rendere più efficienti le diverse strutture regionali e, conseguentemente, garantire risposte più rapide e puntuali ai cittadini.

Le iniziative sviluppate nei disegni di legge e una più razionale allocazione delle risorse rispetto ai fabbisogni, consentiranno, a partire dal 1° gennaio, alla stessa di reperire risorse per 20 milioni di euro, da destinare alla copertura delle richieste di mutui per l’acquisto della prima casa e per i mutui di ristrutturazione.

Alla finanza locale andranno complessivamente oltre 193 milioni di Euro, dei quali 91.500.000 euro senza vincolo di destinazione, come nel 2019, mentre i trasferimenti con vincolo settoriale saranno pari a 101.850.000 euro a beneficio di specifiche leggi di settore con un incremento di oltre il 10 per cento rispetto al 2019 - aggiunge l’Assessore alle Finanze Testolin -.I Comuni potranno, inoltre, beneficiare di uno specifico bando sull’efficientamento energetico degli edifici pubblici in relazione al quale verranno stanziati 2 milioni di euro di risorse regionali aggiuntive.

Il disegno di legge di stabilità indica, infine, in funzione di una corretta e proficua programmazione degli interventi sul territorio, le priorità di utilizzo dell’avanzo di amministrazione 2019.  A tal proposito – conclude Testolin - sono stati individuati come interventi prioritari da finanziare il recupero delle ex caserme Beltricco e Giordana, inserite nella creazione del nuovo Polo Universitario, i finanziamenti strategici a favore dell’ammodernamento degli impianti di risalita e, infine, gli interventi di prevenzione del rischio idrogeologico.

*Fonte:Assessorato Finanze, Attività produttive e Artigianato – Ufficio stampa Regione Autonoma Valle d’Aosta

 

Clear

-1°C

Cuneo

Clear

Humidity: 48%

Wind: 4.83 km/h

  • 03 Jan 2019

    Sunny 6°C -2°C

  • 04 Jan 2019

    Partly Cloudy 6°C -3°C

Partly Cloudy

5°C

Nizza

Partly Cloudy

Humidity: 73%

Wind: 12.87 km/h

  • 03 Jan 2019

    Mostly Sunny 11°C 0°C

  • 04 Jan 2019

    Partly Cloudy 10°C 1°C