Altraidea-Cuneo.it periodico on line di informazione e di cultura

Saison culturelle 2016/2017 Omar Codazzi in concerto e proiezione del film Sagre Balere (Italia, 2017)

da Redazione

Una serata speciale dedicata al mondo della musica da ballo nel contesto particolare del Palais Saint-Vincent. Un evento doppio con la proiezione del film Sagre Balere, in anteprima nazionale dopo la première mondiale a Visions du Réel – Festival Internazionale del Documentario di Nyon, del regista Alessandro Stevanon, scritto con Eleonora Mastropietro e prodotto da Daniele Ietri per La Fournaise. A seguire il concerto spettacolo di Omar Codazzi, con serata danzante.

Omar Codazzi è una delle voci più famose del mondo della musica da ballo. Nato nel milanese nel 1972, comincia giovanissimo ad esibirsi sui palchi italiani con formazioni musicali locali, fino a diventare alla fine degli anni novanta, la voce della famosa Orchestra Franco Bagutti.

Dal 2005 è il leader di un'orchestra che porta il suo nome. Nelle sue oltre 200 date di spettacolo dal vivo annuali è seguito da oltre 300.000 spettatori e con la sua etichetta discografica realizza cd e dvd venduti in migliaia di copie. Nelle sue serate interpreta grandi brani della tradizione musicale italiana, classici del ballo liscio e brani originali, dal sapore pop ma sempre adatti alla pista, perché come dice Omar tutta la musica è musica da ballo!. Il suo carisma sul pubblico e la sua notorietà sono stati recentemente confermati dalla vittoria del talent Standing Ovation, presentato da Antonella Clerici in prima serata su RAI 1.

La serata danzante è preceduta dalla proiezione di Sagre Balere. Il film, realizzato con il sostegno di Film Commission Valle d'Aosta, Film Commission Torino Piemonte, Regione Emilia-Romagna e Genova-Liguria Film Commission, racconta il mondo della musica da ballo, attraverso le storie dell’orchestra di Omar e di Radio Zeta, l’emittente locale più famosa dedicata al genere, chiusa lo scorso dicembre. Le sagre d’estate e le balere di inverno sono il leitmotiv del racconto. Su questo sfondo emergono Omar, re indiscusso del genere e Angelo Zibetti, fondatore della famosa emittente. Due vite tra pubblico e privato, simboli di un’Italia minore, forse alle sue battute finali.

Al film hanno partecipato i valdostani Raffaele D’Anello (musiche originali), Samuel Giudice e Fabrizio Falcomatà (fotografi di scena), Nicola Napoli (artwork) e Jean-Claude Chincheré (assistente alla regia).

Sinossi Omar, cresciuto nella periferia di Milano e destinato a fare il carrozziere, ispirato dalle voci degli anni d’oro del liscio ascoltate nella più grande discoteca d’Italia, lo Studio Zeta di Angelo Zibetti, inizia proprio sul palco di quel locale la sua carriera di cantante di musica da ballo. Dopo quasi un decennio di attività conosce Adele, suo grande amore, che diventa la sua manager e che lo trasforma in una vera icona per gli appassionati del genere, capace di riempire con migliaia di spettatori piazze, locali e feste di paese. Il film racconta la storia di Omar e il suo lungo tour in tutte le regioni del Nord Italia nel suo ventesimo anno di carriera. Una vita tra pubblico e privato, simbolo di un’Italia minore, forse alle sue battute finali.

Il film è il racconto della vita che si svolge, a suon di musica e a passo di danza, nelle tante sale da ballo, grandi o piccole, ma anche nelle numerose feste di piazza, presenti nelle città e nelle periferie del nord Italia – dichiara il regista Alessandro Stevanon. Un mondo marginale, dimenticato dei media e ignorato dall’industria discografica, apparentemente legato ad un tempo passato ma ancora vivo, e anzi, in continua metamorfosi ed evoluzione, con le sue regole e i suoi codici. Un complesso e multiforme mondo costellato da una coralità eterogenea di storie, che si fondono e che sono parte delle identità dei territori dai quali provengono. Il film testimonia questo continuo scambio tra luoghi e storie. L’obiettivo è far emergere qualcosa di più sorprendente e articolato della sola osservazione o della sola messa in scena: una drammaturgia semplice ma in grado di raccontare la realtà con un occhio a metà tra il documentario e la finzione.

Facebook http://www.facebook.com/sagrebalere

Twitter @sagrebalere

La Saison Culturelle 2016/2017 è realizzata dall’Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta col patrocinio della Fondazione CRT Cassa di Risparmio di Torino.

Lo spettacolo è incluso nell’abbonamento Pleine Saison, Tuttomusica e Leggera e popolare. Il prezzo del biglietto è € 15 intero e € 12 il ridotto.

 

 

Clear

-1°C

Cuneo

Clear

Humidity: 48%

Wind: 4.83 km/h

  • 03 Jan 2019

    Sunny 6°C -2°C

  • 04 Jan 2019

    Partly Cloudy 6°C -3°C

Partly Cloudy

5°C

Nizza

Partly Cloudy

Humidity: 73%

Wind: 12.87 km/h

  • 03 Jan 2019

    Mostly Sunny 11°C 0°C

  • 04 Jan 2019

    Partly Cloudy 10°C 1°C