Altraidea-Cuneo.it periodico on line di informazione e di cultura

Mapuche: il popolo dimenticato

di Alessandro Claudio Giordano

Il treno passa a poche decine metri dalle case. Lo chiamano “La Trochita” ed è il Viejo Expreso Patagonico. Serve due provincie argentine il Rio Negro ed il Chubut.

Il viaggio dura circa cinque ore e collega due città di frontiera, Esquel ed El Maiten collocabili al margine conosciuto del continente sud americano, alle pendici delle Ande cilene. Qui povertà, arsura e caldo sono i costanti compagni della quotidianità locale. Qui prima degli argentini viveva e vive il popolo dei Mapuche, oggi dichiarato “terrorista” perché protegge e lotta per difendere un territorio un tempo passato dalla Compania de Tierras de sur Argentino ad, legata ad a una un gigante del tessile italiano che ne gestisce oggi ne gestisce un milione di ettari. Capita così che una comunità dedita all’agricoltura povera, all’allevamento degli ovini, con un tasso elevato di disoccupazione, faccia blocco, cercando spazi in una trattativa a senso unico. Capita, nostro malgrado, che intervenga l’esercito per spezzare la resistenza e ci scappino violenze e morti. Violenza smisurata, giovani assassinati, incursioni militari.

I bambini della regione vivono situazioni complicate in una realtà dove verosimilmente, vengono quotidianamente violati i diritti umani e dove continuano a crescere come testimoni di questi fatti, ma sono anche vittime di questa violenza. Così le cronache locali ci raccontano di scuola bus fermati dai poliziotti e scuole trasformate in posti di blocco della polizia. Nella regione de La Araucanía, che il Governo ha denominato conflittuale a causa dell’aumento di violenza rurale, la strategia è stata quella di aumentare. Questo però ha generato una ulteriore violazione dei diritti delle comunità mapuche e di tutti gli abitanti che costantemente vengono interrogati o controllati. Una situazione paradossale in un contesto che nulla ha a che fare con le più semplici regole democratiche. Il tempo ci dirà se e come questa terra riuscirà a riconciliarsi con il proprio governo. Intanto il prossimo 17 marzo a Temuco ci sarà una marcia per rendere visibile la violenza che colpisce i bambini del popolo Mapuche e chiedere la smilitarizzazione del territorio.

Clear

-1°C

Cuneo

Clear

Humidity: 48%

Wind: 4.83 km/h

  • 03 Jan 2019

    Sunny 6°C -2°C

  • 04 Jan 2019

    Partly Cloudy 6°C -3°C

Partly Cloudy

5°C

Nizza

Partly Cloudy

Humidity: 73%

Wind: 12.87 km/h

  • 03 Jan 2019

    Mostly Sunny 11°C 0°C

  • 04 Jan 2019

    Partly Cloudy 10°C 1°C